Brevi note per la donazione

 

Text editorAlcuni CRITERI DI ESCLUSIONE TEMPORANEA dalle donazioni (estratti dai Decreti ministeriali del 3 marzo 2005

 

Nella giornata precedente la donazione è bene non eccedere nel consumo di cibi grassi e di bevande alcoliche. La mattina della donazione è consigliato il digiuno, ma i donatori che hanno un appuntamento verso metà mattinata (esempio plasmaferesi) possono effettuare una colazione leggera priva di prodotti eccessivamente zuccherati e di latte o suoi derivati.

  • Prima di uscire è bene riposare ed assumere liquidi e/o una leggera colazione presso il ristoro della Sezione: non allontanarsi per almeno 15’. Nelle ore successive alla donazione bere frequentemente (non alcolici), evitare di fumare ed astenersi da attività fisica intensa.

            Indicazioni pratiche per chiarire qualche dubbio (nell’incertezza sentire sempre il        medico!):

 

  • Raffreddore: 7 giorni dalla cessazione dei sintomi.
  • Affezioni di tipo influenzale: 2 settimane dopo la cessazione dei sintomi.
  • Infezioni: almeno 2 settimane a decorrere dalla data della completa guarigione clinica.
  • Febbre > 38° C: 2 settimane dopo la cessazione dei sintomi.
  • Herpes labiale: esclusione fino a guarigione delle lesioni (circa 15 giorni).
  • Mononucleosi: 6 mesi dopo la data della guarigione clinica.
  • Assunzione di farmaci: se occasionale (es. antinfiammatori, antiacidi, analgesici, antistaminici) almeno 7 giorni dall’ultima assunzione; per ciclo di terapia antibiotica almeno 15 giorni e comunque fino a guarigione della patologia infettiva.
  • Viaggi in zone endemiche per malattie tropicali: 3 mesi dal rientro purchè asintomatici.
  • Soggiorno negli Stati Uniti, Canada infezione da Western Nile Virus: sospensione temporanea per 28 giorni per coloro che abbiano soggiornato per almeno una notte.
  • Malaria: 6 mesi dopo aver lasciato la zona di endemia, purchè asintomatici.
  • Vaccinazioni: 48 ore per le più comuni richieste in età adulta come tetano, epatite B, influenza, purchè il soggetto sia asintomatico; 4 settimane per morbillo, parotite, febbre gialla, rosolia, febbre tifoide e paratifoide.
  • Immunoglobuline: 4 mesi dopo la somministrazione di immunoglobuline antitetano ed antiepatite B specifiche (non è una vaccinazione, ma spesso associata ad essa; sono farmaci plasmaderivati).
  • Indagini endoscopiche (gastroscopia, artroscopia, ecc.): 4 mesi.
  • Interventi chirurgici minori (ambulatoriali): 1 settimana e comunque fino a guarigione delle ferite conseguenti all’atto chirurgico.
  • Interventi chirurgici maggiori: 4 mesi.
  • Cure da parte di dentista o odontoigienista: 48 ore di esclusione se sono state eseguite cure conservative senza lesioni della mucosa (in genere sulla corona dentaria); 1 settimana se estrazioni dentarie, devitalizzazione o interventi analoghi. 4 mesi per interventi odontostomatologici invasivi (es. impianto perni), equiparati agli interventi chirurgici maggiori.
  • Tatuaggi, piercing, agopuntura: 4 mesi (indipendentemente da dove sono stati eseguiti).

 

Aggiungi ai preferiti : Permalink.

Commenti chiusi